martedì 7 aprile 2020

CRPV

PIF: ORT.SUR. – VARIETÀ E TECNICHE COLTURALI PER SPECIE ORTICOLE DA MERCATO FRESCO E DA SURGELAZIONE

OROGEL - Domanda n. 5049100 Focus Area 3A Durata: 25/08/2018 – 24/02/2020 Contributo concesso: € 120.820,42
Responsabile del Piano di innovazione: Massimo Siboni – OROGEL Responsabile scientifico: Vanni Tisselli- CRPV

Il Piano è volto ad avviare nuove opportunità di sviluppo alle aziende agricole del sistema OROGEL attraverso la messa a punto della tecnica colturale dell’asparago destinata all’industria di trasformazione, sviluppo della meccanizzazione per la raccolta, verifica delle opportunità di utilizzo di eventuali sottoprodotti derivati dalle fasi di selezione e calibratura. Studio della specie ortica per definire un protocollo colturale, adeguamento della meccanizzazione per la raccolta, studio di mercato e verifica degli aspetti qualitativi e nutrizionali per supportare lo sviluppo di un nuovo segmento produttivo. Ultimo obiettivo definire strategie di produzione ortofrutta a “residuo 0”.
Le attività previste dal Piano di Innovazione forniranno una serie di dati e di elementi di valutazione utili per incrementare la coltivazione dell’asparago e dell’ortica sul territorio regionale, offrendo nuove prospettive agli agricoltori soci di Orogel. Grazie al confronto varietale e le successive valutazioni nello stabilimento di trasformazione, sarà possibile esprimere un giudizio sulle varietà di asparago in commercio e individuare quelle idonee per una coltivazione a duplice attitudine. L’attività agronomica sull’asparago porterà a individuare modifiche ai sesti d’impianto come pure ai metodi di gestione della fertilizzazione e dell’irrigazione che possano creare maggiore uniformità degli impianti. Le prove di meccanizzazione della raccolta forniranno elementi tecnici ed economici che supportino decisioni in merito all’acquisto di macchine e al loro impiego. Sarà necessario valutare la coltura dell’asparago secondo una impostazione industriale dove non è importante il valore della PLV, ma la marginalità della coltura. Riguardo all’ortica il principale risultato atteso è che la coltura possa essere effettuata con una meccanizzazione integrale che ne consenta la coltivazione a basso costo. Le prove agronomiche dovranno suggerire le linee tecniche da divulgare agli agricoltori, le prove di meccanizzazione dovranno consentire una valutazione dell’economicità della coltura mentre l’indagine di mercato dovrà fornire elementi ai responsabili della trasformazione per decidere quale tipologia di prodotto processare e quale flow sheet di lavorazione adottare.

https://www.orogel.it/programma_sviluppo_rurale_orogel  

VIDEO:
Tecniche colturali dell’asparago da industria e raccolta meccanica dell’ortica
Strategie di difesa di modelli produttivi a residuo 0

DOCUMENTI:
Asparago da mercato fresco e surgelato - FreshPlaza 02-10-2019

Coltivare l’ortica per uso alimentare - FreshPlaza 18-09-2019

La produzione a residuo zero - FRUTTADORO marzo 2020